SITOSTUDIO                                           Cerca nel  SITOSTUDIO

.

 


 

 

 

 

 

 


 

 

[Home] [2011-12] [2010-11] [2009-10bis] [2009-10] [2008-09] [2007-08] [2006-07] [2005-06bis] [2005-06]  [2004-05] [2003-04] [2002-03] [2001-02] [2000-01
[Ascolti] [Archivio[Allievi Attivi] [Richieste didattica] [Richieste PW] [Lavoro] [Recenti pubblicazioni] [Links] [Cerca] [WebSearch] [
Indice0203] [No frame
[Main Home] [Main site] [
Area Produzione] [Area Pubblicistica] [SitoStudioForum] [Pubblicazioni_ol] [Score Exchange] [Blog] [VMBlog] [Aree riservate] [Frame]

.

           
         
 

 

Su
°
Insegnamento
A.A. 2002-2003
°
Guests
°
Sezione Riservata
Login
°
 

 

 

           

 

  AreaConservatorio

    

 

MAIN PAGE

    

 

SCUOLA DI ARMONIA CONTRAPPUNTO 
FUGA E COMPOSIZIONE

 

 

   SITOSTUDIO 

   

,   

. . . " Chi s'incaricherà della materia delle arti non potrà svolgere il suo lavoro in modo soddisfacente per gli altri e per se stesso, se non avrà profondamente studiato la storia naturale e soprattutto la mineralogia; se non è provetto meccanico; se non è versato nella fisica razionale e sperimentale, se non ha seguito corsi di chimica. Naturalista, riconoscerà a prima vista le sostanze impiegate dagli artigiani, i quali di solito fanno molti misteri in proposito. Chimico, conoscerà bene la proprietà di tali sostanze, e le ragioni di un'infinità di operazioni gli saranno note; scoprirà i segreti; gli artigiani non potranno ingannarlo; si renderà immediatamente conto dell'assurdità delle loro menzogne; coglierà il significato di un procedimento; i gesti non gli sfuggiranno; distinguerà senza fatica un movimento insignificante da una precauzione essenziale; tutto ciò che scriverà a proposito delle arti sarà chiaro, certo, luminoso, e le congetture circa i modi di perfezionare quelle già note, di ritrovare quelle perdute, di inventarne di nuove, si presenteranno in quantità alla sua mente." . . . D. Diderot, Voce "Enciclopedia" (10. Le arti meccaniche) - Trad. di Paolo Casini - Ed. Laterza - Bari, 1964.

. . . " Chi s'incaricherà della materia delle arti non potrà svolgere il suo lavoro in modo soddisfacente per gli altri e per se stesso, se non avrà profondamente studiato la storia naturale e soprattutto la mineralogia; se non è provetto meccanico; se non è versato nella fisica razionale e sperimentale, se non ha seguito corsi di chimica.
   Naturalista, riconoscerà a prima vista le sostanze impiegate dagli artigiani, i quali di solito fanno molti misteri in proposito.
   Chimico, conoscerà bene la proprietà di tali sostanze, e le ragioni di un'infinità di operazioni gli saranno note; scoprirà i segreti; gli artigiani non potranno ingannarlo; si renderà immediatamente conto dell'assurdità delle loro menzogne; coglierà il significato di un procedimento; i gesti non gli sfuggiranno; distinguerà senza fatica un movimento insignificante da una precauzione essenziale; tutto ciò che scriverà a proposito delle arti sarà chiaro, certo, luminoso, e le congetture circa i modi di perfezionare quelle già note, di ritrovare quelle perdute, di inventarne di nuove, si presenteranno in quantità alla sua mente." . . .
 
D. Diderot, Voce "Enciclopedia" (10. Le arti meccaniche) - Trad. di Paolo Casini - Ed. Laterza - Bari, 1964.

 

   STUDYINGSITE 

   

 

    

 

 

 

    

 
 

 

 


 

 

           

Conservatorio

 

Pubblicistica

 

 

SitoStudioForum

 
 

 

Atelier

 

 

 

 Produzione

 

 

Sperimentazione

 

Aule Virtuali

     

   

.   


    
. .

  .  
 

SitoStudio © By Prof. M° Andrea Verrengia © StudyingSite

  

 

.